Lo Scambio Degli Anelli

Le coppie spendono settimane e mesi per la scelta degli anelli. La fattura, il metallo prezioso, le incisioni, sono tutti piccoli dettagli su cui indugiare a lungo con il pensiero e accorate discussioni per la scelta.
Tutte queste fatiche meritano la giusta valorizzazione anche in termini fotografici. Dopo anni di esperienza abbiamo visto di tutto: dai tentativi di infilare l'anello sbagliato, al dito sbagliato e persino alla mano sbagliata. Quando non addirittura una somma di questi aneddoti. Aneddoti che a posteriori sono simpatici da raccontare, ma che in quel momento sull'altare e davanti a decine di invitati, possono risultare alquanto imbarazzanti.
Ecco allora alcuni semplici consigli per aiutare il vostro fotografo a far risaltare al meglio il luccichìo di quella fede che scivola sul dito, in maniera assolutamente naturale e fotogenica.

La disposizione sul cuscino:

Non sempre le fedi differiscono come fattura o come diametro. Nella foga del momento facile confondersi. Meglio allora assicurarsi di utilizzare un cuscino con le posizioni prefissate per gli anelli, tipo una iniziale, un simbolo, qualsiasi cosa che ci garantisca di legare ciascun anello nella sua posizione giusta e predeterminata, facilmente riconoscibile.
In genere all'altare la sposa si trova alla sinistra dello sposo. La disposizione sul cuscino dovr di conseguenza corrispondere alla posizione relativa degli sposi.

La mano giusta:

In genere la fede va infilata sul dito anulare della mano sinistra. Per essere sicuri di non sbagliare mano, colui o colei che prende l'anello per infilarlo al futuro consorte, si ricordi di prenderlo con la mano sinistra.
Quindi: mano sinistra tiene l'anello e mano sinistra infila l'anello sull'anulare sinistro del consorte.

SINISTRA ==> SINISTRA

Come tenere l'anello:

Tenere l'anello tra il pollice e l'indice della mano sinistra, di modo che il pollice risulti sopra e l'indice sotto. La mano destra non deve tenere la mano dello/a sposo/a. Al massimo la si appoggia delicatamente sotto l'avambraccio sinistro del compagno/a per sorreggerlo lievemente.
La foto illustra quanto detto.

Grazie della lettura e felice giornata!

[Max Sirio -- PhotoAnges]